Biografia

Marco Tarascio in arte ''MOBY DICK'' è uno degli artisti e street artist di riferimento del Pop Surrealismo di matrice made in Italy. MOBY DICK prende parte all’evento collaterale della 53esima Biennale di Venezia. Espone a New York, presso il Jarvitz Center di Manhattan, nell’ambito del “Remade in Italy” e, poco dopo, ripete l’esperienza a Tokyo, all’interno del Westing Hotel e a Osaka. Viene convocato dall’Italians Contemporary per partecipare ad una mostra itinerante tra il Giappone e gli Usa, nell’ambito del progetto “Italian Feelings”, patrocinato dal MACIA.
Dal 2014 realizza murales in Italia, tra i quali al Museo MAAM (Museo dell'Altro e Dell'Altrove), al Trullo zona romana, a Santa Maria della Pietà e a Cipro “Casadella Salute”. Ha di recente, creato dei murales sul tema ambientale in difesa degli animali in collaborazione con Sea Sheapherd Italia. In Italia ha collaborato con la Dorothy Circus Gallery, la galleria d’arte di riferimento per il Pop Surrealismo in Europa, partecipando alle mostre nazionali come “Lacrima Aquarium” presso la Casa dell'Architettura di Roma e internazionali più prestigiose, esponendo con artisti quali Natalie Shau, Scott Musgrove, Esao Andrews, Nicoletta Ceccoli, Naoto Hattori, Ron English e tanti altri.
Negli ultimi anni è stato l'assistente dei più grandi street artist del panorama mondiale, come Eduardo Kobra e Roa. La sua arte è onirica, il contatto con la natura è forte e la sensibilità che ne scaturisce profonda e smisurata. Convinto animalista e difensore dell’ambiente, trasmette il suo pensiero attraverso la realizzazione delle sue opere. Utilizza immagini di animali, in particolare le balene e i cetacei, inseriti in contesti quasi fiabeschi.

Curriculum Vitae

Marco Tarascio in arte ''Moby Dick'' nasce a Roma, città dove vive e lavora.
Dopo aver frequentato il primo Liceo Artistico di Roma continua i suoi studi presso l'Accademia di Belle Arti di Roma, laureandosi nel 2002 in scenografia, con il massimo dei voti, sotto la guida del Professor Cantatore e dello scenografo Passudetti.
Dopo la laurea approfondisce le sue tecniche lavorando a contatto con fotografi e pittori di fama internazionale. Artista attentissimo alle tematiche antispeciste e alla tutela degli animali ,con una attenzione particolare per i cetacei e animali marini.
Nel 2005 è lo scenografo di Odeon Tv, con le trasmissioni in prima serata “Fiori di Zucca”, “Tinamite” e di altre emittenti italiane.
Nel 2007 è lo scenografo ufficiale del primo evento delle serate romane, il “Muccassassina”, che in quell’anno sceglie come location la discoteca Qube, i cui interni viene successivamente incaricato di riprogettare.
Nello stesso anno partecipa anche al “GayPride” di Roma con il Carro della Prevenzione e a diversi degli eventi culturali artistici organizzati nella settimana del Pride, in diverse location.
Sempre nel 2007 partecipa al “MArteLive”, festival multidisciplinare italiano di livello regionale, classificandosi secondo nella sezione pittura, e si iscrive al Premio Internazionale “Artevita” della galleria Forum & Gallery, dove riceve il primo premio nella sezione pittura. In questa occasione il presidente dell'Arcadia Forum e Gallery Marcello Ciabatti scrive di lui: “Pittore dall'inconsueta personalità destinato al grande successo internazionale”. È anche lo scenografo teatrale di "Natale in casa Cupiello" messo in scena dalla compagnia “Teatro Antico”.

Nell’aprile 2008 gli viene commissionata un’opera per l’inaugurazione della sede romana della società Diesis Group, a cui partecipano personalità del mondo della politica e della comunicazione. L'evento raggiunge il suo clou nel momento in cui viene scoperta l’opera, un dipinto realizzato su mattonelle distribuite ai partecipanti alla fine dell’inaugurazione.
Nell'estate del 2008 collabora con Peroni Nastro Azzurro per diverse tappe nel litorale romano, come al Mecs Village e in altre location.
Viene selezionato per il più grande evento di body painting in Italia, il “Beauty” della fiera di Roma.
Collabora, in qualità di scenografo o artista, con tanti locali come Piper, Alien, Alpheus, Qube, Red Zone Baia Imperiale, Brancaleone, Campo Boario, Jungle, Frontiera, ExMattatoio, 06, Forum, Shangò, Locanda Atlantide, Magazzini Generali, Alibi, Vogue, Room 26 e altri.
Partecipa come scenografo e artista ad eventi di rilevanza nazionale come Space Invaders, Main frame, Tower power, Electric cultor, Raggi Sonori, Tech 2002, ecc. Espone le sue tele nei più grandi locali e gallerie come Caffè degli Artisti, Granma, Caffè letterario, Artack, Boario, Conervatorio Santa Cecilia, Vecchio, Open bar, Mecs Village, Mattatoio, Maud, Liberamente, Arcadia, Sabelli, Galleria Campioli, Galleria Serpenti, Linux, Distillerie Clandestine, Saponeria, Brancaleone, ecc.

Nel 2008 lascia i locali per dedicarsi completamente all'arte, quella fatta di pennelli, matite e installazioni. Nello stesso anno il Sindaco di Fonte Nuova gli commissiona un quadro che sarà esposto nelle sale del Palazzo del Comune di Fonte Nuova.
Nel giugno 2009 partecipa all'evento collaterale della "53ma Biennale di Venezia" all’Università Cà Foscari, e viene inserito nel catalogo del Padiglione Nazionale “Natura e Sogni”, della Repubblica di Costa Rica realizzato in collaborazione con il MACIA (Museo di Arte Contemporanea Italiana in America) con un quadro contro lo sfruttamento degli animali. Il tema animalista per Marco è sempre importantissimo e dominante dei suoi quadri. In ogni opera infatti c'è sempre un dettaglio che riguarda gli animali, e la necessità del loro rispetto e protezione.
Nel gennaio 2010 espone a New York al Jarvitz Center di Manhattan nell'ambito di “Remade in Italy”.
In seguito espone a Tokyo, all'interno del Westing Hotel, convocato dall'Italians Contemporary per “Italian Feelings”, mostra itinerante tra il Giappone e gli Usa.
Nel 2010 è lo scenografo ufficiale del Il Ritual un fetish club moderno, per cui cura il più importante evento internazionale della scena fetish il “Torture Garden Italy 2010” al Qube di Roma. È inoltre lo scenografo del "Latexxx”.
Nell'ottobre del 2010 partecipa alla selezione per la Prima Biennale Internazionale “Città di Lecce”.
Nell'Aprile del 2011 espone i suoi lavori, insieme al fotografo Coniglio Bianco per l’evento “Anime Bodies” presso il Ritual Fabrik @ Alien.
Nello stesso periodo è l'ideatore, insieme a MArteLIve, dell'evento “Marte4 Water” al Rubik, 37 giovani artisti partecipano a una mostra collettiva ed estemporanea, contro la privatizzazione dell'acqua.
È anche direttore artistico e organizzatore, insieme a Dj Armandino, dj storico delle più importanti serate romane, dell'evento “Arterock” all'Orion Club. Un contenuto multi artistico che raggruppa diverse discipline tra cui pittura, fotografia, grafica, scultura e concerti live, vantando ospiti unici del panorama musicale, come Subsonica, 99 Posse, Simple Plan, Nina Zilli e molti altri.
Mentre nel maggio 2011 espone all'evento “Interiora” al Brancaleone, con nomi prestigiosi di artisti internazionali come BrianViveros, Dan Harding, Jeff Kromer, Scarlet Gothica, Italia Ruotolo.
Nello stesso periodo espone insieme a Impefect Fleurart e Demon Rat al “Torture Garden Italy 2011”.
Nel settembre 2011 è l'ideatore e direttore artistico di “Italia Contemporary Art” presso il Circolo degli artisti di Roma, una mostra che presenta al pubblico 45 artisti del panorama italiano, selezionati tra personalità affermate e grandi promesse dell'arte contemporanea.
Nell’ottobre 2011 partecipa alla mostra “Italian Pop Surrealism” con artisti come Anonymous Art, Nicoz Balboa, Erica Calardo, Antonella Caraceni, Luca Coser, Luciano Civettini, Camilla d'Errico, Desiderio, El Gato Chimney, Gabriels, Michele Guidarini, Hackatao, Hogre, Siva Le Duc, Otto Majer, Jonathan Pannacciò, Marco Rea, Sone, Ania Tomicka, Giuseppe Veneziano, Amelia Von Grune.
Nello stesso periodo gli viene affidata la direzione della sezione pittura di “MArteLive”, festival multidisciplinare italiano giunto ormai a livello nazionale.
Nel novembre 2011 è l'ideatore e direttore artistico di "LArtePiù", evento organizzato insieme a Scuderie MArteLive nella sede del Suite Ripa Hotel che presenta 6 artisti tra pittori e grafici in attesa del grande evento “99 Arts”. È anche il direttore artistico di “IN 33”, evento di arte contemporanea che coinvolge 33 artisti del panorama italiano tenuto a Trastevere al Suite Ripa Hotel.
Nel Dicembre dello stesso anno è l'organizzatore e direttore artistico dell’Anteprima natalizia di “99 Arts”, le arti visive in scena al Traffic Club. La manifestazione è realizzata con il sostegno di Roma Capitale - Assessorato alle Politiche Culturali e Centro Storico e della Regione Lazio. Nel gennaio 2012 insieme a Giuseppe Casa, è l'organizzatore dell'importantissimo evento "99 Arts" 99 artisti tra pittori, fotografi e grafici in mostra al Teatro Tendastrisce. L'evento è realizzato dall'Associazione culturale MArtecard con il sostegno di Roma Capitale - Assessorato alle Politiche Culturali e Centro Storico e della Regione Lazio.
Nel marzo dello stesso anno, insieme a Lartepiù e Zetema, è il direttore artistico e scenografo della manifestazione “Roma per l’Arte”, organizzata dall’associazione culturale Risveglio Melodico, con il sostegno del Comune di Roma.
Nel maggio 2012 presso l'Orion Club di Ciampino, è il direttore della serata “Mostre Smart”, contenuto multi artistico ideato da MArteLive, che raggruppa diverse discipline tra cui pittura, fotografia, grafica, scultura, ma anche fumetto, illustrazione, arte digitale, fotografia, street art, visual art, performance.
Nello stesso periodo espone alla mostra “Pimp my Mary” alla Galleria Mondo Bizzarro di Roma, in cui sono presenti madonne in edizione speciale customizzate da una selezione degli artisti della galleria.
Nel Giugno 2012 viene selezionato insieme ad altri cinque artisti italiani per il group show “Poisoned Apples” che si tiene presso la FunHouse Gallery di Detroit. L'esposizione, curata da Diane Irby, ha l'intento di omaggiare il 75° anniversario del lungometraggio della Disney Biancaneve.
Nell’ottobre 2012 entra ufficialmente nella prima galleria italiana di Pop Surrealismo la “Dorothy Circus Gallery”, raggiungendo una meta importante.
Nel novembre 2013 è presente con una delle sue opere alla mostra “Mad Hatters” alla Flower Pepper Gallery di Pasadena, California. Ogni artista è chiamato a rappresentare uno stato d'animo, “cappelli” come metafora dei pensieri. “Mondi costruiti sulle nostre teste” come nelle nostre menti. Teste coperte di simboli... sovrastrutture della nostra società. Una riflessione surreale di quello che c'è nella nostra anima e nella nostra vita.
Nel dicembre 2013 espone nell'ambito della mostra "Lacrima Aquarium" all'Acquario Romano – Casa Dell’Architettura a Roma. La mostra, realizzata da Alexandra Mazzanti e Giorgio de Finis in collaborazione con Dorothy Circus Gallery, è dedicata al tema dell’acqua e porta in scena le opere di 33 artisti, pittori e scultori tra i più celebri dalla scena internazionale del nuovo surrealismo di matrice pop, che rappresenta oggi l’avanguardia dell’arte figurativa contemporanea.
Inoltre Moby Dick dipinge al Maam con pittori di fama internazionale,e disegna un lavoro per la tutela degli oceani intitolando il lavoro ''Rispetta gli oceani''.
Per la settimana culturale del gay pride al Macro disegna insieme A Solo e Diamond un lavoro contro la discriminazione gay.
Dal 2014 si dedica più alla street art che alla pittura e gli commissionano tantissimi lavori, come Stazione Nomentana dove presenta un lavoro sulle balene alto 10 metri il più grande presente alla stazione Nomentano e una galleria di 50 metri con il tema delle orche contro i delfinari.
Inoltre insieme a artisti come Gomez, Jerico e altri importanti street artist, gli viene proposto di Dipingere un muro Di Santa Maria Della Pietà sotto la direzione di Maurizio Mequio dove Moby Dick presenta un capodoglio di grandezze reali.
Mentre al trullo insieme a ''Poeti del Trullo, pittori del Trullo e Solo '' 'e ad artisti prestigiosi come Solo, Diamond, Gerico, Gomez disegna un muro all'entrata delle case popolari del trullo.
Poco dopo sempre al Labaro sotto la direzione di Mario direttore dei pittori anonimi del trullo, disegna il murales più grande del Labaro rappresentando la nave protettrice dei mari di Sea Sheapherd intitolato ''77'' il numero presente sulla pancia della Steave Irvin.
Inoltre nella scuola del labaro questa volta con Raffaella Sampaolesi, responsabile del progetto scuole, disegna un lavoro per la tutela dei fiumi del Lazio, insieme ai bambini della scuola presenti all'evento.
A Eutropia dipinge live con Solo e Mans, un lavoro in onore di due attiviste arrestate animaliste Marianna Baldo e Alice Rusconi, dove ''Solo'' dipinge una tigre bianca e Mans un leone, mentre live sul palco nello stesso momento canta Niccolò Fabi.
Di recente al più grande evento d'Italia il ''Surf Expo'' dipinge insieme allo staff di Sea Shepherd dei pannelli sempre sulla tutela e rispetto dei mari.
Inoltre all'evento di Pinacci Nostri sotto l'attenta direzione di Lello, disegna uno dei muri più grandi a Pineta Sacchetti rappresentando un lavoro sempre di tema animalista. Questa volta rappresentata e Numa il leopardo ucciso ingiustamente in Brasile alla presentazione dei giochi olimpici 2016.
Moby Dick è stato l'assistente dei più importanti street artist a livello internazionale come Eduardo Kobra e Roa.

Collaborazioni

Collabora, in qualità di scenografo o artista, con tanti locali come Piper, Alien, Alpheus, Qube, Red Zone Baia Imperiale, Brancaleone, Campo Boario, Jungle, Frontiera, ExMattatoio, 06, Forum, Shangò, Locanda Atlantide, Magazzini Generali, Alibi, Vogue, Room 26 e altri. Partecipa come scenografo e artista ad eventi di rilevanza nazionale come Space Invaders, Main frame, Tower power, Electric cultor, Raggi Sonori, Tech 2002, ecc.

Murales

Alcuni Murales realizzati: - Teatro dell' Opera di Firenze. ''Lo Specchio Magico''
- Stazione di Roma Nomentana
- MAKE YOUR Festival Eutropia - L'Altra città festival Moby Dick/Solo/Mans
- Labaro - Steve Irwin - '' 77 ''
- Trullo - Con i poeti del Trullo
- Santa Maria della Pietà - Evento Caleidoscopio
- Liceo Socrate
- Cipro - Oftalmico
- MAAM - Museo dell'Altro e dell'Altrove
- Spazio Seedo Nautica Marconi
- Facciata del Monk a Portonaccio
- Eutropia con Solo e Diamond